Ravenna.press

Tutte le notizie su Ravenna e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Ravenna, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

La Rekico esce dai playoff a testa alta e tra gli applausi dei tifosi del “Cattani”

Basket / Contro Omegna i faentini perdono in modo netto anche la sfida casalinga, raggiungendo quota tre sconfitte nella serie semifinale e chiudendo di conseguenza la stagione


Faenza-Omegna 58-74

(12-28, 32-41, 46-54)

REKICO FAENZA: Fumagalli 4, Costanzelli, Silimbani 7, Samorì ne, Casagrande 5, Venucci, Zampa 11, Petrucci 10, Chiappelli 4, Sgobba 17, Petrini ne. All.: Friso. PAFFONI OMEGNA: Grande 16, Donadoni, Bruno 10, Samoggia 6, D’Alessandro 9, Arrigoni 10, Ramenghi, Balanzoni 16, Guala ne, Cantone 5, Gueye, Scali 2. All.: Ghizzanardi.

ARBITRI: Rodia e Fiore.

NOTE – Usciti per falli: Zampa e D’Alessandro.


Rekico Squadra

I giocatori della Rekico Faenza


La Rekico chiude la stagione tra gli applausi del PalaCattani. La sconfitta con Omegna in Gara3 della semifinale finale playoff non cancella la migliore annata sportiva nella storia della società, dove si è fatta valere in ogni competizione, ritagliandosi sempre un ruolo da protagonista.  La Paffoni merita la finale, ma ai Raggisolaris restano le recriminazioni per non aver affrontato questa difficile serie con l’organico in perfetta forma, a cominciare da capitan Venucci, costretto a uscire dopo soli tre minuti per il riacutizzarsi del problema muscolare che lo sta tormentando da una settimana.


Passando alla partita Omegna gioca uno dei suoi migliori primi quarti della stagione: le altissime percentuali offensive e la solita difesa permettono di arrivare alla prima pausa avanti 12-28, con Faenza che trova il canestro quasi esclusivamente con Sgobba, autore di 10 dei 12 punti complessivi. All’inizio del secondo quarto la Paffoni si porta sul 17-33 e come spesso accade, nel momento più difficile, la Rekico reagisce. Silimbani si prende per mano la squadra in attacco ben aiutato da Zampa e la difesa ritorna a essere quella di sempre, tanto che lo svantaggio si assottiglia fino al 30-37 grazie alla tripla di Sgobba. La Paffoni non subisce il contraccolpo psicologico e risponde con un break di 5-0 arrivando all’intervall0 sul 31-42.


Il carattere dei Raggisolaris si vede anche al rientro in campo e gli sforzi portano al 42-48 grazie a Petrucci, ma purtroppo nelle azioni successive arrivano errori che non permettono di ridurre in modo ulteriore il passivo. Omegna ne approfitta ancora e si prende l’inerzia gestendo un vantaggio intorno alla doppia cifra, dando la spallata decisiva grazie a cinque punti consecutivi di Grande per il 53-69 al 35’. Faenza non smette di lottare, accompagnata dai cori dei tifosi, incessanti fino al termine della gara: il culmine del tifo si ha quando a 1’13’’ dalla fine Friso chiama timeout per ringraziare staff e giocatori per la grande stagione disputata. Squadra e tifosi si legano in un unico abbraccio che chiude nel migliore dei modi l’annata 2018/19.


L'articolo La Rekico esce dai playoff a testa alta e tra gli applausi dei tifosi del “Cattani” proviene da Ravenna&Dintorni.