Ravenna.press

Tutte le notizie su Ravenna e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Ravenna, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Bagnacavallo piange Nazifa, Alfiere della Repubblica, morta dopo il trapianto

La 20enne era arrivata in Italia nel 2008 per potersi curare da una grave malattia


Nazifa

Nazifa con il sindaco Proni nel 2018


Nel 2018 era stata insignita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dell’attestato d’onore di Alfiere della Repubblica per il suo impegno nel volontariato. Dieci anni prima era giunta in Italia dall’Afghanistan per potersi curare da una grave malattia, grazie al contingente militare italiano e alla Protezione civile, in particolare a Roberto Faccani (allora responsabile della Protezione civile della Bassa Romagna) che l’ha poi ospitata. Oggi la comunità di Bagnacavallo, che l’aveva adottata, ne piange la morte.


A soli 20 anni, Nazifa Noor Ahmad si è spenta all’ospedale di Padova mercoledì pomeriggio dopo un trapianto ai polmoni, un paio di giorni dopo il lungo intervento a cui si era sottoposta.


Lo stesso Faccani, suo papà adottivo, raccontò come fu «il padre di Nazifa, con grande dignità, a rivolgersi a me in italiano chiedendo un aiuto per poterla salvare e lei, per ricambiare, ha sempre cercato di dare una mano a chi ha bisogno».


In particolare, Nazifa si era impegnata come volontaria nella Croce Rossa. Un impegno «nato perché volevo ricambiare l’affetto e il bene che ho ricevuto in tutti questi anni – aveva spiegata Nazifa in municipio a Bagnacavallo dopo l’onorificenza ricevuta –. Quello che faccio nella Croce Rossa non è nulla di che, però ho notato che anche soltanto la compagnia, la presenza di una persona che sa parlare la tua stessa lingua ha cambiato un po’ il modo di vedere delle persone che accogliamo».


La sindaca Eleonora Proni esprime il profondo cordoglio dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità di Bagnacavallo. «Sapevamo che la situazione era delicata ma la notizia ci ha spiazzato e addolorato tutti. Nazifa era una ragazza molto intelligente e sensibile, una bravissima cittadina e studentessa, da tempo perfettamente inserita nella comunità, era una di noi. La sua breve vita è stata segnata da tanto dolore ma anche da momenti straordinari come l’attestato d’onore di Alfiere della Repubblica conferitole nel 2018 dal presidente Mattarella per il suo impegno nel volontariato. Anche il nostro Consiglio comunale le aveva tributato un omaggio ufficiale. A Roberto Faccani e alla sua famiglia esprimiamo le più sentite condoglianze e grande vicinanza».


 


L'articolo Bagnacavallo piange Nazifa, Alfiere della Repubblica, morta dopo il trapianto proviene da Ravenna&Dintorni.


Ravenna.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza