"Legittimo togliere alla Grand Hotel Cervia srl la concessione demaniale per la terrazza"

1 settimana fa 57
DBR - Data Breach Registry Web tool

Diverse annualità del canone non sono mai state pagate: è legittimo quindi che l’amministrazione locale abbia deciso di annullare la concessione ordinando lo sgombero. È quanto stabilito dal Tar di Bologna nella sentenza, pubblicata martedì scorso, con la quale i giudici hanno rigettato il ricorso e la richiesta di risarcimento danni della Grand Hotel Cervia srl condannandola a pagare 4.000 euro di spese di lite al Comune cervese. La srl – si legge nella sentenza a firma del giudice Stefano Tenca –, oltre che contro l’amministrazione comunale aveva fatto ricorso contro la capitaneria di porto per chiedere l’annullamento di una serie di atti a partire da quello con il quale il 7 giugno 2018 era stata disposta la decadenza dalla concessione demaniale. In particolare la srl risultava titolare di due concessioni: per lo stabilimento balneare Cervia (del 2009) e per la terrazza del Grand Hotel (del 2012, al centro del ricorso).

Nel 2016 la srl era andata incontro a una riorganizzazione interna con la cessione completa delle quote a una persona e l’affidamento della gestione a una differente persona. Obiettivo dichiarato: il risanamento e l’individuazione di un nuovo organo am...

Leggi tutto questo Articolo

"Legittimo togliere alla Grand Hotel Cervia srl la concessione demaniale per la terrazza"